ECCO COME

Impianto termico a pavimento

Con un sistema di riscaldamento a pavimento la temperatura di superficie anche nei periodi più freddi rimane inferiore a 29°C. Questa bassa temperatura unita ad una superficie scaldante molto grande determina un clima ideale e confortevole. Il riscaldamento a pavimento potrà a sua volta essere abbinato alla pompa di calore, esclusa dal capitolato salvo richieste specifiche del cliente, che indirizza la giusta quantità di calore al sistema di riscaldamento e collabora con il sistema solare nella produzione di acqua calda sanitaria. Il pannello del sistema solare a vaso aperto e scambio diretto produce acqua calda sanitaria e integra l'impianto di riscaldamento a pavimento.

Tutte le tubazioni, posate sottotraccia a pavimento o a parete, saranno coibentate con guaine in elastomero negli spessori indicati dalle vigenti normative. Sui punti alti verranno installate le valvoline sfiato aria dotate di valvola d'intercettazione.

I corpi scaldanti sono costituiti da pannelli radianti a pavimento, con tubazioni di alta qualità e con alta resistenza sia alla temperatura che alle sollecitazioni meccaniche. L'impianto a pavimento evita l'utilizzo dei radiatori per il riscaldamento, garantendo una piena libertà per l'arredamento, inoltre, il risparmio energetico raggiunge livelli ancora più alti rispetto ai sistemi di riscaldamento convenzionali e garantisce un livello di comfort nettamente più alto soprattutto se paragonato ai sistemi di riscaldamento ad aria.

La regolazione dell'impianto sarà del tipo climatico ed ambientale quindi l caldaia sarà; dotata di centralina climatica in grado di regolare la temperatura di mandata in funzione della temperatura esterna e di cronotermostato che permette di regolare la temperatura su due livelli nell'arco delle 24 ore.

Durante la realizzazione dell'impianto saranno eseguite idonee verifiche sui materiali e sull'installazione al fine di accertarne il corretto funzionamento.

Image